sabato, Aprile 17, 2021

ENI avvia perforazioni esplorative offshore in Montenegro

Must read

Da Liebherr due nuovi escavatori elettrici nella classe 90-100 ton.

L'escavatore cingolato elettrico R 976-E, insieme all'R 980 SME-E, sostituisce l'ER 974 B per l'estrazione in miniere e cave. Gli ultimi escavatori elettrici sviluppati...

Epiroc premia l’automazione mineraria e la conversione dal diesel alle batterie

Epiroc AB, un partner leader in termini di produttività e sostenibilità per i settori minerario e delle infrastrutture, premia l'automazione e l'elettrificazione delle macchine...

La nuova Comacchio MC 20 A

La nuova MC 20 A è una perforatrice compatta e potente, dotata di caricatore per aste e rivestimenti, progettata per far fronte a lavorazioni...

Importante riconoscimento a TREVI in Svezia per il porto di Norvik

Il porto di Norvik a Stoccolma ha vinto l'Årets Bygge 2021, il premio prestigioso e più importante nel settore delle costruzioni pubbliche svedesi, nella...

Eni, in collaborazione con la società russa Novatek, è pronta ad avviare la perforazione di un pozzo per esplorare le riserve petrolifere offshore del Mar Adriatico, sulla costa del Montenegro. Il ministero degli Investimenti del paese balcanico ha espresso l’auspicio che questa trivellazione esplorativa promuova lo sviluppo economico del Montenegro.

“Le perforazioni esplorative a una profondità di 6.525 metri nel mare tra le città di Bar e Dulcigno continueranno per 4-6 mesi – hanno dichiarato le autorità del Montenegro – Dopodiché, saranno determinati i depositi per massimizzare il loro potenziale e la progettazione della produzione, che può proseguire da quattro a sei anni dopo il primo pozzo”. La trivellazione sarà effettuata con ausilio della piattaforma Topaz Driller, arrivata nel Montenegro e ora in posizione. Il progetto viene implementato a una distanza di 28 chilometri dalla costa. La base logistica si trova nel porto di Bar, dove è stata consegnata la maggior parte delle attrezzature di perforazione.

Nel 2016 le filiali dell’Eni e della russa Novatek hanno firmato con il governo del Montenegro un contratto di concessione per l’esplorazione e la produzione sui quattro blocchi 4118-4, 4118-5, 4118-9 e 4118-10 presenti nell’offshore, che coprono una superficie complessiva di 1.228 chilometri quadrati. Eni Montenegro ha il ruolo di operatore nella joint-venture con quota di partecipazione del 50%, mentre Novatek detiene il restante 50%. La duratura dell’accordo siglato è di 30 anni. Nel 2018 sono stati ottenuti dati geofisici necessari a individuare i migliori prospetti dell’area.

L’inizio delle attività di perforazione era previsto per il 2020 ma è slittato. Nel 2020 è stata terminata la prima fase, quella di ricerca, dove è stata effettuata l’esplorazione sismica con l’esito di determinare il luogo per la perforazione dei pozzi esplorativi. La seconda fase prevede la perforazione di due pozzi: uno, più profondo, per l’identificazione del giacimento di petrolio e l’altro di gas.

(La notizia è tratta da un report esclusivo di Sputniknews.com)

More articles

Latest article

Da Liebherr due nuovi escavatori elettrici nella classe 90-100 ton.

L'escavatore cingolato elettrico R 976-E, insieme all'R 980 SME-E, sostituisce l'ER 974 B per l'estrazione in miniere e cave. Gli ultimi escavatori elettrici sviluppati...

Epiroc premia l’automazione mineraria e la conversione dal diesel alle batterie

Epiroc AB, un partner leader in termini di produttività e sostenibilità per i settori minerario e delle infrastrutture, premia l'automazione e l'elettrificazione delle macchine...

La nuova Comacchio MC 20 A

La nuova MC 20 A è una perforatrice compatta e potente, dotata di caricatore per aste e rivestimenti, progettata per far fronte a lavorazioni...

Importante riconoscimento a TREVI in Svezia per il porto di Norvik

Il porto di Norvik a Stoccolma ha vinto l'Årets Bygge 2021, il premio prestigioso e più importante nel settore delle costruzioni pubbliche svedesi, nella...

La joint venture Bauer-Keller si aggiudica importante contratto sulla linea ad alta velocità HS2

La joint venture 50:50 tra Bauer Technologies Ltd e Keller UK (BKJV) ha ottenuto un contratto da EKFB, una joint venture costituita da quattro...