lunedì, Dicembre 6, 2021

 

TREVI HA REALIZZATO IL NUOVO PONTE DI HONG KONG

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

L’impresa generale China Harbour Engineering Company Ltd ha affidato a Trevi Construction Co. Ltd, filiale del Gruppo Trevi di Hong Kong, il subappalto per l’installazione di circa 450 colonne di jet-grouting con diametri che variano da 1,20 m a 3,00 m, a una profondità fino a 35 m; tali colonne fanno parte delle opere di bonifica (Area 3) che richiede il trattamento del terreno per la presenza di sacche di argilla marina “intrappolata” nelle opere di reclamazione e relative al progetto Hong Kong Zhuhai Macao Bridge – Hong Kong Boundary Crossing Facilities.

 Trevi _ Mus Wave Project _ 1_ok

In linea generale, la condizione geologica dell’area trattata è caratterizzata dalla presenza dei seguenti materiali: uno strato di sabbia da riporto dal livello del suolo (+3,5 MPD circa) fino a una profondità di circa -5,0 MPD, seguito da argilla marina con valori di NSPT da 2 a 5, fino a -23,5 MPD circa. Sotto al sedimento di argilla marina si trova, invece, del materiale alluvionale dalle caratteristiche migliori.

A causa delle ristrette tempistiche del programma, che prevedeva 2 mesi e mezzo di lavori, e di un elevato consumo di cemento, due chiatte sono state dotate di 14 silos per una capacità totale di 600 t di cemento e 4 impianti di miscelazione Lodos 30. Tale allestimento è stato in grado di produrre fino a 1.200 metri cubi al giorno di miscela cementizia.

 Trevi _ Mud wave proiect _ Hong Kong_ok

Sono state impiegate da tre a quattro chiatte, ciascuna con una portata di 1.200 t, per trasportare lo sfuso cemento dal cementificio in Cina fino al cantiere, al fine di evitare interruzioni o ritardi nella fornitura di cemento.

In questo cantiere, Trevi Hong Kong ha impiegato 6 macchine PSM-20 permettendo una produzione media di 8 colonne di jet-grouting al giorno per un periodo di 45 giorni lavorativi.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...