lunedì, Aprile 12, 2021

UNA STRADA NEL DESERTO

Must read

BONUS PUBBLICITA’ 2021

INVESTITE NEI NOSTRI  PRODOTTI EDITORIALI NAZIONALI  Ricordiamo che chiude oggi  31/03/2021 la finestra per prenotare il bonus pubblicità, il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari...

ENI avvia perforazioni esplorative offshore in Montenegro

Eni, in collaborazione con la società russa Novatek, è pronta ad avviare la perforazione di un pozzo per esplorare le riserve petrolifere offshore del...

Da Enerpac, i nuovi tagliacatene elettrici ECCE

Enerpac annuncia il lancio dei nuovi tagliacatene elettrici della serie ECCE che forniscono un metodo più veloce, più sicuro e più preciso rispetto al...

Rosemount 4390 di Emerson, monitoraggio completo anticorrosione per l’Oil & Gas

Emerson presenta un portafoglio completo di prodotti per il monitoraggio della corrosione e dell'erosione, con funzionalità digitali e piena integrazione con l'ecosistema digitale Plantweb...

Il deserto di Rub ‘al Khali è il più grande e il più arido deserto di sabbia al Mondo, copre quattro nazioni arabe e 600.000 chilometri quadrati. Lungo 1.000 chilometri e largo 500, il suo terreno è ricoperto di dune di sabbia ripide alte fino a 250 metri. Rub ‘al Khali è stato una spietata barriera naturale tra l’Arabia Saudita e l’Oman per secoli, ma nel 2010 qualcosa è cambiato. Si è deciso di costruire la prima strada che attraversa questo mare di sabbia, per collegare finalmente le due Nazioni attraverso una striscia di asfalto lunga 519 chilometri. E a costruire tale opera monumentale è stato chiamata, tra gli altri, la

Al-Rosan Contracting che ha ricevuto l’incarico di costruire 256 km della nuova arteria, che comprende una sola corsia per senso di marcia alle quali si aggiungono corsie secondarie per i mezzi pesanti dove  le naturali pendenze del territorio si accentuano. “L’intero progetto è stato una sfida sin dal primo giorno per molti fattori: condizioni climatiche, topografia della zona, distanza dalle città, disponibilità di pezzi di ricambio e altri servizi” ha dichiarato Fahad Hazza Aba Alros, direttore generale di Al-Rosan Contracting. “Senza dimenticare che costruire una strada su dune di sabbia che si spostano continuamente non è facile. Per questi motivi la scelta delle macchine è stata fondamentale”. A tal proposito Al-Rosan Contracting ha chiesto il supporto di FAMCO (Al-Futtaim Auto & Machinery Co. LLC) quale partner per i macchinari. E FAMCO è  il distributore esclusivo di Volvo CE negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita. “Siamo entrati nel mercato saudita nel 2011 con l’acquisizione di un concessionario Volvo CE esistente” afferma Paul Floyd, Senior Director Managing – FAMCO Group. “Da allora, stiamo facendo un impatto in questo importante mercato delle costruzioni. La strada che attraversa Rub ottenendo grossi risultati e apprezzamento dal mercato, grazie alla qualità delle macchine Volvo. Il cantiere di Rub ‘al Khali è un ottimo esempio di come abbiamo risposto alle esigenze del nostro cliente a 360 gradi con la fornitura di servizi, supporto e assistenza on-site.

Lavorare al meglio

“Le sfide erano principalmente il clima e l’enorme quantità di sabbia in movimento” dice Eslam Reddah, capo officina di Al-Rosan Contracting. “Abbiamo scelto le macchine Volvo per la loro affidabilità in condizioni estreme. “ La costruzione dei 256 km è stata completata a sezioni e ha comportato la movimentazione di gigantesche quantità di sabbia (130 milioni di metri cubi) e di materiale (12 milioni di metri cubi) necessario per proteggere i terrapieni da sabbia e acqua. I mezzi sono stati acquistati e consegnati durante le varie fasi di costruzione, per un  totale di 95 macchine Volvo, tra cui dumper articolati, escavatori e livellatrici, che si sono trovate a operare a temperaturae che hanno oscillato dai 50 °C del giorno ai -1 °C della notte. La strada è stata completata con successo e presto diventerà un collegamento vitale tra i due Paesi, riducendo drasticamente i tempi di percorrenza.

More articles

Latest article

BONUS PUBBLICITA’ 2021

INVESTITE NEI NOSTRI  PRODOTTI EDITORIALI NAZIONALI  Ricordiamo che chiude oggi  31/03/2021 la finestra per prenotare il bonus pubblicità, il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari...

ENI avvia perforazioni esplorative offshore in Montenegro

Eni, in collaborazione con la società russa Novatek, è pronta ad avviare la perforazione di un pozzo per esplorare le riserve petrolifere offshore del...

Da Enerpac, i nuovi tagliacatene elettrici ECCE

Enerpac annuncia il lancio dei nuovi tagliacatene elettrici della serie ECCE che forniscono un metodo più veloce, più sicuro e più preciso rispetto al...

Rosemount 4390 di Emerson, monitoraggio completo anticorrosione per l’Oil & Gas

Emerson presenta un portafoglio completo di prodotti per il monitoraggio della corrosione e dell'erosione, con funzionalità digitali e piena integrazione con l'ecosistema digitale Plantweb...

Fraste, la forza polivalente della nuova Mito 70

Arriva nella gamma di Fraste la nuova Mito 70, perforatrice polivalente per fondazioni, palificazioni e ancoraggi. Si tratta di un modello completamente ridisegnato, più...