lunedì, Dicembre 6, 2021

 

CONTROLS LASCIA SITEB

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Controls S.p.A. – nota azienda Italiana, leader mondiale nella produzione di sistemi di misura per l’ingegneria civile – ha formalizzato la sua decisione di uscire da SITEB, Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade.

“Tale risoluzione”, leggiamo in una nota emessa dalla società, “è giunta dopo un confronto con il Presidente Turrini nell’ambito dei lavori Assembleari dello scorso 17 maggio 2018 che hanno portato a significative modifiche statutarie per consentire l’ampliamento del settore merceologico di rappresentanza della Associazione, ora aperto anche ad altre attività collegate alla realizzazione di strade. Controls richiedeva l’adeguamento dello Statuto di SITEB a quelli che sono i dettami tipici delle Associazioni Confindustriali in materia di ammissibilità dei propri soci, ovvero la presenza di una sede legale o comunque una base operativa sul territorio nazionale. Richiesta che non è stata avallata dal Consiglio Direttivo di SITEB”.

Questo il commento dell’ing. Andrea Certo, Amministratore Delegato di Controls: “da Italiani che operano in 120 paesi del mondo non riusciamo a sentirci rappresentati da un’Associazione che usa l’effigie della nostra Italia come proprio logo, ha ambizione di allargare la propria rappresentatività anche ad altri settori merceologici, e poi accetta fra i propri Associati, con le stesse prerogative di tutti gli altri Soci, anche aziende straniere, senza alcuna base operativa sul territorio nazionale: una stridente contraddizione che non riusciamo a comporre nell’ambito dei valori e l’identità della nostra Azienda. Non recependo le nostre istanze nell’ambito della revisione statutaria, SITEB ha perso un’occasione storica per costituirsi, per davvero, come quel riferimento dell’Industria Nazionale del settore Strade (anche di fronte alle Istituzioni) a cui legittimamente ambisce”.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...