mercoledì, Dicembre 1, 2021

 

METSO ACQUISISCE MCCLOSKEY E RAFFORZA LA STRATEGIA DI MERCATO NEL RICICLAGGIO

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Pochi giorni fa Metso ha siglato un accordo per l’acquisizione di McCloskey International, specialista canadese nella costruzione di impianti mobili per frantumazione e vagliatura. L’ingresso del marchio McCloskey si realizza nell’ottica di un ampliamento dell’offerta Metso nel settore degli inerti su scala di mercato globale, soprattutto in relazione ai general contractor. Per il mercato degli impianti mobili per aggregati è prevista una crescita del 4-6% all’anno nel periodo 2019-2023, di pari passo con l’incremento mondiale del settore delle infrastrutture stradali. “Questa acquisizione è in linea con la strategia di crescita mirata di Metso. Rafforza il nostro business nel settore degli aggregati, nella direttrice delle aree chiave di crescita nel settore delle costruzioni. La diversificazione della nostra gamma per il trattamento di inerti bilancia così in modo ottimale la nostra offerta della gamma mining – considera Pekka Vauramo, presidente e CEO di Metso – I clienti dei comparti del riciclaggio di materiali da costruzione hanno esigenze flessibili e diversificate. L’acquisizione di McCloskey ci porta a un passo ulteriore di avvicinamento a queste esigenze – aggiunge Markku Simula, presidente della divisione Aggregate Equipment di Metso – Il nostro gruppo prevede l’indipendenza di sviluppo prodotti e distribuzione per McCloskey. Le sinergie riguardano esclusivamente l’ampliamento dell’offerta complessiva di Metso, con l’aggiunta di un tassello fondamentale come quello del riciclaggio di materiali nel mosaico di macchine, attrezzature e servizi”.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...