gio | 12 | settembre | 2019

728×90 alto
728×90 alto
728×90 alto
NAPOLI CAPITALE DEL TUNNELLING CON IL WTC 2019

NAPOLI CAPITALE DEL TUNNELLING CON IL WTC 2019

Si è concluso ieri il World Tunnel Congress 2019, promosso dalla Società Italiana Gallerie (SIG) e dall’International Tunnelling and Underground Space Association (ITA- AITES), che per una settimana ha reso Napoli capitale mondiale delle infrastrutture sotterranee con l’appuntamento dal titolo “Tunnels and Underground Cities: Engineering and Innovation meet Archaeology, Architecture and Art”. Focus sulle reti e i nodi della mobilità e dei servizi, con attenzione ai temi della sostenibilità, della geotecnica e dell’ingegneria che dialogano con archeologia, architettura e arte.

Grande successo per l’edizione italiana dell’appuntamento internazionale di riferimento del tunnelling, che si è tenuta dal 3 al 9 maggio alla Mostra D’Oltremare, con 2500 persone provenienti da oltre 60 paesi e una forte partecipazione di under 35, con una presenza del 20% del totale.

“Ringrazio la città di Napoli per averci accolto in questi giorni così intensi” – ha commentato Andrea Pigorini, presidente della Società Italiana Gallerie (SIG) e responsabile dell’Ingegneria delle Infrastrutture di Italferr (Gruppo FS Italiane) – “siamo molto soddisfatti dell’ottimo risultato del congresso, che è andato oltre le aspettative. Dal confronto di queste giornate è emerso chiaro il messaggio che abbiamo bisogno di collocare le infrastrutture e i servizi negli spazi sotterranei nel rispetto dell’ambiente e delle culture del passato. Le opere, oltre ad essere solide e funzionali, devono essere anche belle, e questo può avvenire grazie alla contaminazione tra ingegneria e le discipline della tripla A –  Archeologia, Architettura, Arte – che ha ispirato il titolo per questa edizione del World Tunnel Congress. Per quanto riguarda l’Italia,dobbiamo costruire infrastrutture che ci permettono di collegare il Paese ai corridoi TEN-T della rete europea, che rappresentano oggi la metropolitana d’Europa, anche attraverso opere di valico, come la Galleria di Base del Brennero, che è la galleria ferroviaria più lunga al mondo attualmente in costruzione”.

L’Italia regina del tunnelling quindi, con una community di esperti dal mondo dell’accademia e del mercato che si è data appuntamento a Napoli. Il nostro Paese è la prima nazione in Europa e la seconda al mondo per lunghezza complessiva di gallerie stradali e ferroviarie con oltre 2.100 km, secondo solo alla Cina.

Ferrovie dello Stato Italiane è stato Institutional Sponsor dell’evento.

Related posts