lunedì, Dicembre 6, 2021

 

NUOVA PERFORATRICE MASSENZA MI4

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Durante tutto il 2016 la perforatrice Massenza MI3, lanciata nel 2015, ha avuto un incredibile successo in tutti i mercati in cui è stata presentata.

I clienti ne hanno apprezzato in particolare l’alto rapporto tra potenza e dimensioni estremamente ridotte, senza però mai rinunciare all’alta qualità, segno distintivo dei prodotti Massenza.

Sulla scia di questo successo l’azienda ha deciso di riprogettare anche il modello appena più grande della gamma aziendale: la perforatrice MI4.

Il restyling, attuato dagli ingegneri dall’ufficio tecnico, ha interessato aspetti di design, componenti e idraulica, e ha permesso di aumentare la potenza e le prestazioni della perforatrice, rendendola altamente competitiva in tutti i campi di applicazione

Il progetto portato avanti durante il 2016, ha già dato i suoi frutti: la prima nuova MI4 è stata recentemente completata e subito venduta: andrà nel Sud-Est Asiatico per effettuare lavori di geotermia e indagini del sottosuolo.

Come la sorella più piccola, anche la nuova MI4 è stata progettata per soddisfare in particolar modo le esigenze del mercato della geotecnica, dove c’è una grande domanda di perforatrici agili e versatili, che possano eseguire indagini geognostiche, prove penetrometriche e campionamento dinamico.

La perforatrice MI4 può raggiunge prestazioni più elevate rispetto alla MI3 consentendo quindi di soddisfare chi ha necessità di maggiore potenza pur mantenendo dimensioni e costi ridotti.

La perforatrice, studiata in particolare per i mercati più avanzati, presenta un motore diesel DEUTZ da ben 100 CV, che grazie all’ultima versione Tier 4 Interim, soddisfa anche le più recenti regole sulle emissioni. Non solo: la perforatrice è già predisposta per accogliere anche il motore nella versione Tier 4 Final, che sarà obbligatorio con le nuove regole in vigore dal 2019.

La nuova MI4 è interamente controllata da radiocomando: questa innovativa soluzione, che permette all’operatore di avere una completa e sicura libertà di movimenti, è ormai richiestissima anche da chi è sempre stato fedele ai comandi idraulici.

MI4: caratteristiche tecniche

  • Testa di rotazione:
  • Coppia massima 10.160 Nm
  • Velocità massima 900 giri/min
  • 4.500 kg di tiro
  • Predisposta per Geobor S con corsa 3,7 m
  • Pompa acqua triplex 200 l/min
  • Presa idraulica ausiliaria per azionare un servizio esterno
  • Morsa doppia con 225 o 275 mm di passaggio e 23.500 Nm di coppia di svitamento
  • Argano con 2,2 tonnellate di tiro ed argano wireline fino a 300 m di fune
  • SPT automatico con display conta colpi
  • Campionamento dinamico usando il Martello idraulico FX25
  • Energia massima per colpo 160 J e 1.150 colpi al minuto
  • Gabbia di protezione secondo le norme CE

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...