giovedì, Agosto 11, 2022

A Bologna, un pendolo di monitoraggio per la sicurezza della torre Asinelli

Must read

A Trevi il DFI Award per le opere della diga di Mosul

Negli ultimi due decenni, il DFI - Deep Foundations Institute, tra le più rilevanti associazioni internazionali nel campo della progettazione e costruzione di fondazioni e...

Geofondazioni, “genio tecnologico” del palo prefabbricato

A Palesella di Cerea (Vr) è in corso un importante intervento di palificazione per le opere di fondazione di un nuovo magazzino automatizzato, destinato...

Soilmec e l’idrofresa IOT per la metropolitana indiana a Chennai

Soilmec si è aggiudicata con successo l'appalto per la fornitura della sua ultima versione dell'idrofresa SC-130 HD Cougar Classic, in ingresso nella flotta dell'aggregazione...

Bauer Spezialtiefbau, opera direzionale in grande stile

Nel centro di Monaco, nella parte adiacente alla Stazione Centrale, è attualmente in costruzione un nuovo centro commerciale e direzionale, a fronte della demolizione...

Un pendolo sulla torre Asinelli. Si tratta della prinicpale novità che proviene dal comitato scientifico nominato dal Comune di Bologna nel 2019, sullo stato di stabilità e conservazione delle Due Torri.

Il comitato, che si occupa di valutare i dati acquisiti dai monitoraggi costanti che vengono eseguiti dagli anni Novanta, si è sempre concentrato in particolare sulla Torre Garisenda, quella storicamente più a rischio. Ma ora anche la torre Asinelli entra nel computo. Proprio sulla base delle ultime analisi fatte, il 5 agosto scorso il comitato si è espresso a favore di “ulteriori indagini e studi sulle fondazioni delle Torri e sugli spostamenti indotti alla Torre degli Asinelli dalle sollecitazioni provenienti dal terreno”. Per questo il Comune, come si legge in un atto approvato lunedì dal servizio Manutenzione di Palazzo D’Accursio, ha deciso di attivare “un servizio di monitoraggio per il rilievo degli spostamenti verticali del basamento della Torre Garisenda e l’installazione del pendolo nella Torre degli Asinelli”.

Nel dettaglio, sulla Garisenda saranno installate quattro termo-sonde e quattro estensimetri in corrispondenza degli spigoli esterni del basamento, che sono ad oggi oggetto di lavori di “consolidamento urgente e temporaneo”. Gli strumenti saranno collegati a un’apparecchiatura per acquisire i dati, sempre da installare all’interno della torre, e serviranno appunto per rilevare eventuali spostamenti verticali della Garisenda.

Allo stesso tempo, all’interno di tutta la torre Asinelli sarà effettuato un rilievo con laser scanner, necessario a progettare e poi installare il pendolo per monitorare la stabilità della struttura. Saranno previste anche delle soglie d’allarme e sarà installata una termosonda per la misura della temperatura esterna.

More articles

Latest article

A Trevi il DFI Award per le opere della diga di Mosul

Negli ultimi due decenni, il DFI - Deep Foundations Institute, tra le più rilevanti associazioni internazionali nel campo della progettazione e costruzione di fondazioni e...

Geofondazioni, “genio tecnologico” del palo prefabbricato

A Palesella di Cerea (Vr) è in corso un importante intervento di palificazione per le opere di fondazione di un nuovo magazzino automatizzato, destinato...

Soilmec e l’idrofresa IOT per la metropolitana indiana a Chennai

Soilmec si è aggiudicata con successo l'appalto per la fornitura della sua ultima versione dell'idrofresa SC-130 HD Cougar Classic, in ingresso nella flotta dell'aggregazione...

Bauer Spezialtiefbau, opera direzionale in grande stile

Nel centro di Monaco, nella parte adiacente alla Stazione Centrale, è attualmente in costruzione un nuovo centro commerciale e direzionale, a fronte della demolizione...

Geosec, complessità di consolidamento per il Palazzo delle Scienze e il Museo Egizio di Torino

Tra i numerosi prestigiosi interventi di consolidamento delle fondazioni eseguiti da Geosec rientra indubbiamente il Palazzo monumentale sede dell’Accademia delle Scienze e del Museo...