lunedì, Settembre 20, 2021

2021

Al via a Piacenza Expo il Geofluid della ripresa

Must read

Geofluid, un grande successo che ritorna

Duecentocinquanta aziende espositrici con più di trecentocinquanta marchi presenti, quasi novemilacinquecento visitatori professionali - 9.425 per l’esattezza quelli certificati - con una presenza straniera...

Al via a Piacenza Expo il Geofluid della ripresa

Piacenza Expo apre le porte da oggi, mercoledì 15 settembre, fino a venerdì, alla 23esima edizione di Geofluid, alla presenza del presidente della Regione...

La sorpresa di Soilmec, a Geofluid 2021 arriva la perforatrice SM-6

Un mix perfetto tra design e prestazioni dall'aspetto ultracompatto. La perforatrice SM-6 di Soilmec plana alla kermesse espositiva di Geofluid 2021 portando tutto...

Vetroresina e tubi biodegradabili, l’alta sostenibilità di Sireg nel consolidamento

Se parliamo di Sireg Geotech, è doveroso conoscere un bel pezzo di storia delle costruzioni in Italia. È dal 1936, infatti, che questa realtà...

Piacenza Expo apre le porte da oggi, mercoledì 15 settembre, fino a venerdì, alla 23esima edizione di Geofluid, alla presenza del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e del sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri.
La manifestazione fieristica internazionale più importante per il settore delle perforazioni e fondazioni speciali ritrova nuovi stimoli con la riapertura dell’attività espositiva. Oltre 250 aziende hanno risposto all’appello per la prima fiera del settore che si svolge in presenza, nel nostro Paese, portando tutto il valore di soluzioni applicative dove tecnologia e ricerca sono in grado di spingere l’innovazione nell’ampio spettro delle lavorazioni nel sottosuolo.

Le registrazioni dei visitatori professionali che si sono accreditati sul sito della manifestazione fanno rilevare una presenza di operatori provenienti da 31 paesi da tutto il mondo, nonostante le restrizioni della mobilità ancora imposte dalla pandemia. D’altra parte, l’appuntamento di Geofluid è davvero il più completo, a livello internazionale, per un panorama del comparto che comprende imprese di perforazione, aziende specializzate in fondazioni speciali e consolidamenti, società di ingegneria, geofisica, geologia e idrogeologia, con un accento – nell’edizione odierna – sull’importante l’incremento che riguarda le realtà dedicate alla bonifica ambientale e alla difesa del suolo.

Da non dimenticare anche il prezioso abbinamento tra l’esposizione e l’alto profilo del programma convegni, a partire dallo sguardo prospettico proposto da ANIGHP – Associazione Nazionale Impianti Geotermia HP e ANIPA – Associazione Nazionale Idrogeologia e Pozzi d’Acqua, con l’appuntamento sulla geotermia a bassa entalpia partendo dagli obiettivi raggiunti in questi anni.
Sempre in tema di geotermia un contributo documentale ai progettisti è quello che riserva l’importante incontro organizzato da UGI – Unione Geotermica Italiana con Geofluid Smart Project. La stessa associazione si ripropone poi con un incontro sulle potenzialità delle tecnologie geotermiche profonde.
Due realtà da sempre presenti nei programmi convegnistici di Geofluid quest’anno proporranno insieme una giornata intera di approfondimento e conoscenza sull’acqua, controlli di sicurezza, contaminanti emergenti e gli open data ambientali: ARPAE – Agenzia Prevenzione Ambiente Energia Emilia Romagna e OGER – Ordine dei Geologi dell’Emilia Romagna.
In tema di cambiamento e con un lavoro condiviso ANIPA – Associazione Nazionale Idrogeologia e Pozzi d’Acqua e ANIMA – Federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia ed Affine, propongono la rivoluzione ambientale, energetica e delle nuove tecnologie nel settore dei cantieri di perforazione.
Le acque sotterranee sono il tema proposto da ANIPA – Associazione Nazionale Idrogeologia e Pozzi d’Acqua , IAH e CNG – Consiglio Nazionale dei Geologi: un incontro importante sullo studio, la ricerca, il controllo e l’utilizzo della risorsa idrica.
Sempre acqua come tema fondante in due distinti appuntamenti: uno dedicato alla gestione integrata delle acquee sotterranee a cura di CNG – Consiglio Nazionale Geologi Commissione Risorse Idriche mentre si parla di deflusso delle acque con OGER- Ordine dei Geologi dell’Emilia Romagna.
Sempre OGER, questa volta con Sigea – Società Italiana di Geologia Ambientale, arricchiscono di contenuti Geofluid 2021 con due incontri: il primo sulle rocce e terre da scavo, il secondo sul ruolo delle banche dati nella prevenzione e progettazione in ambito sismico.
La corretta progettazione e gestione delle infrastrutture nel sottosuolo ha impegnato IATT – Italian Association for Trenchless Technology – nella definizione di un appuntamento convegnistico inserito nel programma ufficiale della manifestazione. Sempre a cura di IATT un appuntamento di estrema attualità tratta i nuovi campi d’applicazione delle tecnologie trenchless per gli interventi sulle reti interrate: aspetti progettuali, normativi e tecnologici del microtunnelling, direct pipe e della trivellazione orizzontale controllata. Molti di questi appuntamenti vedranno poi una divulgazione digitale post fiera grazie al nuovo progetto di Piacenza Expo Geofluid.TV una piattaforma web di contenuti multimediali incentrata su questa edizione 2021 e che permetterà di estendere la visibilità degli espositori anche nei mesi seguenti.

More articles

Latest article

Geofluid, un grande successo che ritorna

Duecentocinquanta aziende espositrici con più di trecentocinquanta marchi presenti, quasi novemilacinquecento visitatori professionali - 9.425 per l’esattezza quelli certificati - con una presenza straniera...

Al via a Piacenza Expo il Geofluid della ripresa

Piacenza Expo apre le porte da oggi, mercoledì 15 settembre, fino a venerdì, alla 23esima edizione di Geofluid, alla presenza del presidente della Regione...

La sorpresa di Soilmec, a Geofluid 2021 arriva la perforatrice SM-6

Un mix perfetto tra design e prestazioni dall'aspetto ultracompatto. La perforatrice SM-6 di Soilmec plana alla kermesse espositiva di Geofluid 2021 portando tutto...

Vetroresina e tubi biodegradabili, l’alta sostenibilità di Sireg nel consolidamento

Se parliamo di Sireg Geotech, è doveroso conoscere un bel pezzo di storia delle costruzioni in Italia. È dal 1936, infatti, che questa realtà...

Dolmen, geotecnica in software avanzato

Realtà tecnologiche di grande valore ne esistono tante nel nostro paese, ma un’eccellenza come quella di CDM Dolmen non può non attirare l’attenzione degli...