lunedì, Dicembre 6, 2021

 

CON NEGROPAL NELLE GALLERIE SEGRETE DELLA STORIA

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Qualche settimana fa lo staff tecnico di Negropal ha partecipato alla riunione informativa per un’importante opera di consolidamento del complesso religioso di San Giovanni Ilarione (Vr). Dal 2017 a oggi, è in corso la complessa risoluzione di rilevanti problematiche strutturali. Dal registro contabilità del genio civile emerge la presenza di gallerie sottostanti la chiesa create nel 1944 dai tedeschi con esplosioni e demolizioni. Queste gallerie sono dei corridoi con delle vere e proprie stanze (camere) più ampie ed è proprio in corrispondenza di queste che si sono verificate alcune crepe all’interno della chiesa, nel corso delle lavorazioni. Assodata quindi la necessità di intervenire è stata realizzata un’indagine sul terreno scoprendo che pur essendo composto di basalti colonnari, la sua natura è friabile. Dopo una settimana di lavoro difatti il terreno cede quindi c’è necessità di rinforzare le pareti per poter procedere ed entrare alla prima camera. Questo è il motivo per cui Negropal è stata incaricata come azienda specializzata per un intervento da svolgere in condizioni molto particolari. Il contesto da affrontare è molto diverso da quello che i tecnici si aspettavano, basandosi sulle mappe del genio civile; infatti le gallerie, che dovevano essere di 2,2 m in altezza, si sono rivelate invece alte ben 3,5 m, con le camere che invece di 3 m in altezza, hanno rivelato picchi di addirittura 6 m.

Vista la situazione, non solo allo scopo di risolvere il problema ed evitare che si ripresenti, ma anche per lavorare in sicurezza, si è deciso di rivestire in cemento armato tutta l’area escavata; con queste condizioni di spazio molto ridotto si ricorre all’unica soluzione attuabile, cioè il sistema spritz beton. L’intervento di Negropal in questo modo può intervenire con efficacia, in sicurezza e nel rispetto dei tempi di lavorazione stabiliti, nonostante lo spazio angusto a disposizione, le condizioni di scarsa luminosità e di ricircolo forzato dell’aria. I lavori ora procedono rapidamente, anche se l’umidità invernale richiede pazienza per l’asciugatura tra uno strato e l’altro di spritz beton.
“Quest’opera davvero particolare, per noi è emozionante se consideriamo l’importanza storica del luogo – commentano i tecnici di Negropal – Immaginiamo il sentimento dei soldati che per primi hanno scavato queste gallerie. Quello che stiamo portando a termine è un lavoro necessario per la memoria storica del paese e siamo davvero orgogliosi di aver partecipato a questo consolidamento difficile, non solo per la messa in sicurezza della chiesa ma anche per la rivelazione alla comunità di queste gallerie che, a lavoro finito, saranno sicuramente visitabili”.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...