mercoledì, Dicembre 1, 2021

 

CORONAVIRUS, “ZONA PROTETTA” PER TUTTA L’ITALIA. SEMPRE CONSENTITA LA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

“Evitare ogni spostamento” e “ogni forma di assembramento”, anche all’aperto. Con queste due norme l’Italia, da oggi, 10 marzo, fino al 3 aprile 2020, diventa “zona protetta”: “Stare a casa” per tutti i cittadini sul territorio nazionale è imperativo. Per l’emergenza Coronavirus, il premier Giuseppe Conte ha firmato un nuovo dpcm che estende a tutto il territorio italiano le forti limitazioni che l’8 marzo scorso erano state introdotte solo per la Lombardia e le 14 province del Nord Italia. Si fermano così ovunque manifestazioni pubbliche ed eventi come cinema, teatri, palestre, matrimoni, funerali e nel week-end anche i centri commerciali. Garantita l’apertura di negozi di alimentari, supermercati e farmacie. Bar e ristoranti possono aprire solo dalle 6 alle 18.

Per le attività produttive le novità sono le seguenti. I cittadini su tutto il territorio nazionale possono muoversi solo per “comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o spostamenti per motivi di salute”. Non si ferma, come già avevamo sottolineato ieri, la circolazione delle merci e il trasporto pubblico. Chi si sposta sul territorio può autocertificare le ragioni per cui lo fa ma per chi trasgredisce o dichiara il falso sono previste sanzioni che vanno fino all’arresto. Nel dpcm si “raccomanda” ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere la fruizione di ferie e congedi. L’applicazione di modalità lavorative agili (come lo smartworking) può essere realizzata anche in assenza di accordi aziendali.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...