mer | 08 | luglio | 2020

728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
CORONAVIRUS: IN GAZZETTA ISTRUZIONI PER IL RIMBORSO DEI VIAGGI DI LAVORO CANCELLATI

CORONAVIRUS: IN GAZZETTA ISTRUZIONI PER IL RIMBORSO DEI VIAGGI DI LAVORO CANCELLATI

Le imprese italiane sono in attesa dell’ufficialità di provvedimenti che potranno sostenere l’attuale situazione di emergenza economica causata dal coronavirus. Intanto, il primo colpo grave l’hanno subito enti e manifestazioni fieristiche a livello europeo e internazionale, con la cancellazione improvvisa degli eventi già programmati. Oggi il decreto legge n. 9/2020 – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di lunedì, 2 marzo – dà una risposta urgente almeno alle istanze di rimborso in relazione ai viaggi di lavoro di ogni tipo – dalle fiere ai meeting, dagli incontri professionali alle manifestazioni espositive – che coinvolgono tutti i professionisti e le aziende coinvolte, nel nostro Paese.

Per richiedere il rimborso è necessario comunicare al vettore di trasporto il motivo dell’impossibilità di realizzare la partenza, allegando il titolo di viaggio e la documentazione che fa fede della trasferta già programmata. La comunicazione, a seconda dei casi, deve essere effettuata entro 30 giorni dalla cessazione del divieto che ha impossibilitato il viaggio (quarantena, limitazione di spostamento e altre circostanze), dall’annullamento, sospensione o rinvio dell’evento in questione, dalla data prevista per la partenza verso un paese in cui è stato imposto un divieto di ingresso. Il vettore, entro 15 giorni dalla comunicazione, procederà al rimborso o all’emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione.

Related posts