mar | 18 | febbraio | 2020

728×90 alto
728×90 alto
728×90 alto
IL CANTIERE NELLA MENTE DI DOOSAN

IL CANTIERE NELLA MENTE DI DOOSAN

La programmazione di un cantiere richiama opzioni dal contenuto sempre più tecnologico e le case di produzione Construction più importanti predispongono soluzioni complesse che sono in grado di prevedere ogni aspetto tempistico e di svolgimento delle lavorazioni. Doosan Infracore è fra queste avanguardie e di recente ha presentato il nuovo sistema Concept-X in anteprima nel campo prove di Boryeong, in Corea del Sud, alla presenza di oltre 200 invitati, compresi alcuni membri del parlamento locale, il sindaco della stessa città dove ha sede la testing area Doosan e diversi dirigenti di aziende come Bosch, ASI, LG U+ e PoteNit che collaborano allo sviluppo di Concept-X, oltre a rappresentanti di agenzie governative e ricercatori di varie istituzioni accademiche.
Vediamo nel dettaglio l’identikit di Concept-X. Si tratta di un sistema tecnologico innovativo e completo che consente di eseguire il rilievo topografico 3D con droni, elaborare procedure operative in loco sulla base dei dati topografici rilevati e azionare macchine come escavatori e pale gommate senza l’intervento umano. In altre parole, Concept-X dà forma al cantiere del futuro, affidando esclusivamente alle macchine tutti i lavori pericolosi e lasciando il personale umano libero di concentrarsi sui ruoli di analisi e gestione più complessi.
Sebbene singole tecnologie per le operazioni non presidiate siano già state introdotte nel campo delle macchine da costruzione, il sistema tecnologico integrato per l’automazione dell’intero processo operativo in cantiere, dal rilievo topografico alle operazioni di macchine come escavatori e pale gommate, presentato da Doosan Infracore è una vera prima mondiale.
Concept-X comprende una vasta serie di tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale, come riconoscimento delle immagini, tecnologie di controllo/cognitive, guida autonoma, controllo remoto 5G, rilievo topografico 3D con droni, stima e assegnazione accurate del carico di lavoro e gestione previsionale dei guasti.
Tra le nuove tecnologie presentate durante la dimostrazione le applicazioni più interessanti hanno riguardato un sistema tecnologico progettato per generare mappe tridimensionali del cantiere a partire dai dati topografici rilevati tramite droni; sistemi di controllo automatizzati per macchine da costruzione come escavatori e pale gommate che ne consentono e ottimizzano l’impiego non presidiato in base alle effettive condizioni del cantiere; infine, la tecnologia per il monitoraggio in tempo reale dell’avanzamento dei lavori attraverso i sistemi di controllo integrato dell’X-Center.
I vertici e il reparto di Ricerca e Sviluppo di Doosan Infracore ritengono che le soluzioni offerte dal sistema Concept-X miglioreranno sensibilmente produttività e redditività economica sul campo, riducendo tempi e costi legati all’impiego delle macchine da cantiere e rivoluzionando contemporaneamente la sicurezza per gli operatori.
Doosan Infracore prevede di avviare la commercializzazione di Concept-X entro il 2025 e in attesa del suo lancio sul mercato, Doosan Infracore introdurrà singolarmente ognuna delle tecnologie sopra indicate – rilievo topografico con droni, analisi avanzata dei dati e utilizzo non presidiato delle macchine movimento terra – non appena queste avranno completato il loro ciclo di sviluppo e convalida.
“Concept X non è solo una tecnologia per l’uso di sistemi non presidiati – ha dichiarato Dongyoun Sohn, presidente e CEO di Doosan Infracore – Si tratta, piuttosto, di un contenitore che integra una serie di tecnologie avanzate per rispondere immediatamente ai cambiamenti che possono verificarsi simultaneamente in cantiere. Siamo in presenza di una tecnologia costruita attorno all’uomo che non si limiterà a migliorare sensibilmente la sicurezza e la profittabilità, ma creerà anche nuovi posti di lavoro nei comparti a tecnologia avanzata”.
In parallelo alle proprie attività di sviluppo tecnologico indipendente, Doosan Infracore sostiene un confronto aperto sull’innovazione, collaborando con altre aziende e istituti di formazione e investendo in start-up. Nel 2018, Doosan Infracore, in collaborazione con LG U+, ha presentato in anteprima mondiale il primo sistema di controllo remoto 5G e attualmente è impegnata in partnership progettuali con l’Università Nazionale di Seoul e le Università di Yonsei e Hanyang, allo scopo di sviluppare nuove nuove forme di integrazione dell’intelligenza artificiale nei sistemi di controllo automatizzato per le macchine da costruzione, nel rilievo topografico 3D con droni e nell’analisi dei dati.

Related posts