ven | 23 | ottobre | 2020

728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
728×90 – PGE – GEOFLUID – GIC
LA NUOVA PALA DOOSAN DL420-7, UNA MINIERA DI COMFORT E PRESTAZIONI

LA NUOVA PALA DOOSAN DL420-7, UNA MINIERA DI COMFORT E PRESTAZIONI

Pronta per contribuire a rendere l’operatività in cantiere più sostenibile e in supporto efficiente alle opere di fondazione più importanti, la nuova pala gommata DL420-7 Stage V viene esibita con orgoglio dai progettisti Doosan Infracore Europe. In effetti, la nuova macchina è caratterizzata da un design completamente rinnovato, con prestazioni ulteriormente migliorate rispetto alle serie precedenti e con un monte-consumi ridotto. L’ulteriore sottolineatura, poi, è quella di un comfort per l’operatore di qualità decisamente superiore.
La dotazione di serie di molti caratteri premium della nuova pala gommata Doosan invita l’osservatore a una disamina accurata di benefit e vantaggi. Partiamo dalla produttività della nuova DL420-7. La benna standard ha una capacità di ben 4,5 m³, la più grande della propria classe, e la dotazione del cambio automatico Powershift a cinque velocità, con la dotazione di assali per impieghi gravosi – a bloccaggio idraulico del differenziale di serie – porta la nuova pala gommata Doosan a prestazioni di eccellenza, in particolare nelle operazione a carico elevato. La reattività e al tempo stesso la fluidità dell’impianto idraulico della DL420-7 – con il beneficio di connessioni idrauliche ausiliarie – fanno di questa macchina movimento terra la soluzione ideale per applicazioni molto diversificate (che comprendono il supporto ai grandi cantieri di fondazioni speciali).
Sotto il profilo della componentistica di propulsione, La DL420-7 è dotata di un nuovo motore sei cilindri Scania DC13 Stage V, con una potenza di 257 kW (349 CV) a 1.800 giri/min, con un’eccellente coppia massima di 2.196 Nm a 1.100 giri/min. Il nuovo motore garantisce la conformità alle norme anti-emissioni Stage V senza la necessità di dotazione del sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR), attraverso il ricorso alle tecnologie di post-trattamento della riduzione catalitica selettiva (SCR), del catalizzatore di ossidazione diesel (DOC) e del filtro antiparticolato diesel (DPF). La frequenza del ciclo di pulizia delle ceneri nel filtro DPF è stata portata ora a più di 6.000 ore di funzionamento e l’operatore riceve tutte le informazioni riguardanti lo stato del DPF per mezzo di un indicatore del livello di fuliggine nel nuovo display touchscreen da 8″ in cabina.
L’assenza del sistema di ricircolo dei gas di scarico e la disponibilità di nuove modalità di potenza disponibili – SAT2, Standard e Power – consentono al motore Stage V di consumare il 5% di carburante in meno. Il sistema di gestione della potenza di nuova generazione Situation Awareness Technology (SAT2) inoltre monitora automaticamente l’attività della macchina e regola la potenza del motore in base all’analisi in tempo reale della pressione del braccio, della pressione della pompa e dell’albero di uscita.
Diamo ora uno sguardo all’interno, nella cabina operatore. Il nuovo sistema Smart Key Doosan sul pannello di comando permette all’utilizzatore di avviare la macchina tramite un dispositivo senza chiave, utile per prevenire i furti. Su ogni dispositivo senza chiave è possibile registrare fino a sei macchine e il sistema Smart Key integra le funzioni di controllo in remoto della porta della cabina: blocco, sblocco, apertura, ricerca ed altre funzioni. Il pannello di comando è anche dotato di due porte USB. Il nuovo joystick elettrico EMCV (Electric Main Control Valve), completamente integrato nel bracciolo, è un’altra dotazione standard in cabina e offre all’operatore un controllo più fluido e preciso della pala gommata. La sensibilità del joystick può essere impostata e modificata in base alle preferenze dell’operatore tramite il nuovo display touchscreen da 8″.

Related posts