mercoledì, Dicembre 1, 2021

 

MASSENZA MM3, PICCOLA E INARRESTABILE

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Sempre nel nome della leggerezza e della multifunzionalità, il genio progettuale di Massenza si concentra ancora di più su modelli di perforatrici compatte. Sorella più piccola della MM4, la nuova MM3 è l’ultima creatura della gamma di Parola (Pr) a completamento della linea dedicata alle perforatrici per micropali, ancoraggi e piccole fondazioni. Grazie allo speciale supporto concepito per l’antenna, questo modello consente all’operatore una libertà di movimento d’eccezione, mantenendo la massima stabilità grazie anche alle traverse in sagoma degli stabilizzatori anteriori che riducono l’assetto operativo della MM3 per i cantieri di più difficile accesso. La sua compattezza permette addirittura di passare attraverso le porte e lavorare all’interno degli edifici cvili.
La nuova MM3 infatti è stata concepita in due versioni: la più tradizionale con un motore diesel da 73,4 Hp (54 kW) e in versione alternativa con motore elettrico da 75 Hp (55 kW) e generatore separato, che conferisce la possibilità di lavorare anche negli spazi chiusi. Le novità della macchina poi non si esauriscono qui. Grazie alla grande versatilità delle sue componenti, questo modello è perfetto anche per eseguire lavori di geotecnica e nella realizzazione di pozzi d’acqua.
La perforatrice è configurata con un’antenna che può arrivare fino a 4.000 kg di tiro ed è in grado di utilizzare aste di perforazione fino a 3 m di lunghezza. Completamente radiocomandata, la MM3 è inoltre equipaggiata di doppia morsa idraulica con passaggio fino a 205 mm (8″) e cingolo allargabile da 900 a 1.300 mm. Come tutte le perforatrici Massenza, anche questo modello è altamente personalizzabile. Per poter soddisfare al meglio le esigenze di tutti i clienti, infatti, sono disponibili molti optional. Tra questi, diverse teste di rotazione – da quella specializzata per micropali e pozzi con coppia elevata (fino a 7.000 Nm), al modello ad alta velocità per i carotaggi (fino a 714 rpm) ma anche teste più versatili per chi deve eseguire entrambe le applicazioni -, sistema SPT, martello idraulico FRD FX25, estrattore casing, argano con tiro diretto fino a 1.000 kg, pompa centrifuga o pompa vite a bordo, pompa schiuma/acqua, lubrificatore, barriera di sicurezza a infrarossi.
I sistemi di perforazione che contraddistinguono la MM3 comprendono rotazione a circolazione diretta, distruzione di nucleo con spurgo acqua, fango e schiuma, rotopercussione con martello fondo-foro, carotaggi, percussione.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...