sabato, Gennaio 22, 2022

AIF contro le accuse dell’Ispettorato sull’irregolarità delle imprese

Must read

Alexandre Marchetta a capo del CECE

Dall'inizio di questo 2022 e per tutto il biennio 2022-2023, sarà Alexandre Marchetta - presidente del gruppo Mecalac e dell'associazione nazionale francese Evolis -...

Potenza medium range in cava con i nuovi Hyundai A Series

Hyundai Construction Equipment lancia tre escavatori cingolati della Serie A conformi alle norme UE Stage V nel popolare segmento 13-15 ton. Le macchine assicurano...

Bauer, nel cuore più profondo di Vienna per la nuova metropolitana

La rete dei trasporti pubblici di Vienna comprende attualmente circa 1.150 km, cinque linee di metropolitana, 28 linee di tram e 131 linee di...

Comacchio, il talento multifunzione CXT 15 conquista l’Africa di Capital Drilling

Due nuovissime perforatrici Comacchio CXT 15 entreranno per la prima volta nella flotta di Capital Drilling, grande impresa di perforazione attiva in tutto il...

In una nota diramata oggi, l’AIF (Associazione Imprese Fondazioni) “esprime forte perplessità per l’affermazione rilasciata dal direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro Bruno Giordano in occasione di un’intervista rilasciata al TG3 del 19 dicembre scorso sul presunto rapporto di irregolarità delle imprese edili, asserendo che ben nove imprese edili su 10 non sono regolari”. Il comunicato prosegue, dichiarando che “l’AIF, associazione di categoria delle imprese edili specializzate (cat. super specialistica OS21 – fondazioni- consolidamenti), impegnate sovente in subappalto, con un investimento quotidiano in attrezzature, sicurezza e personale specializzato assunto stabilmente in azienda “non possono condividere la generalizzazione espressa dal direttore del INL che non fa altro che demonizzare un settore, quello edile, che ha bisogno di controlli, ma anche di regole serie sulla qualificazione delle imprese, sul contratto di subappalto”. Le parole dell’associazione sono affidate, nel comunicato, allo stesso presidente dell’AIF, Gabriele Graziani.

“Affermare che l’Edilizia si presta a utilizzare e abusare del contratto di subappalto, ci appare un semplice slogan del momento – continua Graziani, nella nota – Piuttosto, AIF evidenzia da troppo tempo che il contratto di subappalto necessita di una regolamentazione di natura pubblicistica, perché fino a quando il contratto di subappalto sarà svincolato dall’appalto principale, le condizioni capestro si moltiplicheranno, a scapito anche della sicurezza sul lavoro. Per migliorare la sicurezza nei cantieri edili, non sono solo necessari i controlli degli ispettori, ma è bene che le Istituzioni siano premianti verso tutte quelle imprese edili che investono quotidianamente in formazione e sicurezza dei lavoratori, in attrezzature e competenze”. Il Presidente Graziani conclude il suo intervento, sottolineando che “serve oggi, ancora più di ieri, credere nella qualificazione delle imprese edili, vero motore per il rilancio di questo Paese.”

More articles

Latest article

Alexandre Marchetta a capo del CECE

Dall'inizio di questo 2022 e per tutto il biennio 2022-2023, sarà Alexandre Marchetta - presidente del gruppo Mecalac e dell'associazione nazionale francese Evolis -...

Potenza medium range in cava con i nuovi Hyundai A Series

Hyundai Construction Equipment lancia tre escavatori cingolati della Serie A conformi alle norme UE Stage V nel popolare segmento 13-15 ton. Le macchine assicurano...

Bauer, nel cuore più profondo di Vienna per la nuova metropolitana

La rete dei trasporti pubblici di Vienna comprende attualmente circa 1.150 km, cinque linee di metropolitana, 28 linee di tram e 131 linee di...

Comacchio, il talento multifunzione CXT 15 conquista l’Africa di Capital Drilling

Due nuovissime perforatrici Comacchio CXT 15 entreranno per la prima volta nella flotta di Capital Drilling, grande impresa di perforazione attiva in tutto il...

Il Covid cancella anche Agritechnica. Grandi fiere in allarme

“A causa dell’aggravarsi della situazione pandemica e delle attuali normative ufficiali, le condizioni per ospitare una fiera leader mondiale delle macchine agricole non sono...