venerdì, Febbraio 23, 2024

Due nuovi carri elettrici Pit Viper. Epiroc lancia PV 231E e PV 235E

Must read

Caterpillar Mining e ThoroughTec, rinnovata la partnership per le tecnologie di simulazione

Caterpillar e l'azienda sudafricana ThoroughTec Simulation hanno rinnovato il loro accordo di cooperazione globale, rafforzando il reciproco impegno volto a sviluppare la formazione degli...

Geotherm Expo & Congress 2024, il focus sull’energia geotermica

Si svolgerà tra il 29 febbraio e il primo marzo, nella cornice del Trade Fair Centre di Offenburg, in Germania, la diciassettesima edizione di...

Metro C di Roma, stazione Venezia. Entra in azione l’idrofresa di Soilmec

Ci siamo. Dopo un viaggio di oltre 320 chilometri è arrivata a destinazione la SC-130 Tiger Plus di Soilmec, l’idrofresa, commissionata da Metro C, progettata e prodotta appositamente...

Torino-Lione, procedono a pieno regime i cantieri in Italia e Francia

Il progetto della TAV Torino-Lione, una delle più ambiziose opere infrastrutturali d'Europa, sta prendendo forma con passi decisi e innovativi. L'inizio del nuovo anno...

Epiroc annuncia due aggiunte alla famiglia Pit Viper, il Pit Viper 231 E e Pit Viper 235 E. Si tratta di due nuovi carri di perforazione a rotazione per fori di carica ad azionamento elettrico, caratterizzati da un’operatività più sicura, con tutti i vantaggi della propulsione elettrica, pur mantenendo la leggendaria produttività e affidabilità che contraddistinguono la gamma Pit Viper.

Dotate del sistema operativo proprietario di Epiroc, Rig Control System (RCS), queste perforatrici offrono un’automazione avanzata a bordo e fuori bordo che migliora significativamente la sicurezza, la precisione e la produttività.
Con l’energia elettrica al centro, queste macchine eliminano la necessità del carburante tradizionale, portando a notevoli risparmi sui costi operativi. Pit Viper 231 E e Pit Viper 235 E rappresentano un nuovo fiore all’occhiello per le applicazioni mining del gigante svedese.
“Il Pit Viper 231 E e il Pit Viper 235 E fanno parte della nostra vocazione a creare perforatrici più ecologiche che consentano ai nostri clienti di produrre metalli e minerali nel modo più sostenibile possibile”, è il commento di Yara Hussein, global product manager Epiroc.

Pit Viper 235E

Il Pit Viper 231 E può eseguire fori da 152 mm a 250 mm con una capacità massima di 16,1 m. Allo stesso tempo, il Pit Viper 235 E può praticare fori con diametro fino a 171 mm a 270 mm. Entrambi forniscono una gamma completa di opzioni per soddisfare le esigenze attuali e future, offrendo un’efficienza senza pari senza compromettere la sicurezza, la responsabilità ambientale o il rapporto costo-efficacia operativo.
I carri di perforazione Pit Viper 231 E e Pit Viper 235 E supportano la missione principale di Epiroc di promuovere l’innovazione nel settore minerario a vantaggio dei clienti e dell’ambiente, poiché Epiroc mira a dimezzare le emissioni di CO2 derivanti dalle operazioni, dal trasporto e dall’utilizzo di prodotti entro il 2030.

La divisione Surface di Epiroc sviluppa, produce e commercializza un’ampia gamma di attrezzature e soluzioni per la perforazione di roccia da utilizzare nell’estrazione mineraria di superficie, nell’edilizia e nelle cave, nonché nelle applicazioni per pozzi d’acqua in tutto il mondo. Fornisce inoltre ai clienti attrezzature per l’esplorazione, strumenti e analisi avanzate dei dati dei minerali. La divisione produce in Svezia, Stati Uniti, Canada, Cina, India, Australia e Sud Africa.

More articles

Latest article

Caterpillar Mining e ThoroughTec, rinnovata la partnership per le tecnologie di simulazione

Caterpillar e l'azienda sudafricana ThoroughTec Simulation hanno rinnovato il loro accordo di cooperazione globale, rafforzando il reciproco impegno volto a sviluppare la formazione degli...

Geotherm Expo & Congress 2024, il focus sull’energia geotermica

Si svolgerà tra il 29 febbraio e il primo marzo, nella cornice del Trade Fair Centre di Offenburg, in Germania, la diciassettesima edizione di...

Metro C di Roma, stazione Venezia. Entra in azione l’idrofresa di Soilmec

Ci siamo. Dopo un viaggio di oltre 320 chilometri è arrivata a destinazione la SC-130 Tiger Plus di Soilmec, l’idrofresa, commissionata da Metro C, progettata e prodotta appositamente...

Torino-Lione, procedono a pieno regime i cantieri in Italia e Francia

Il progetto della TAV Torino-Lione, una delle più ambiziose opere infrastrutturali d'Europa, sta prendendo forma con passi decisi e innovativi. L'inizio del nuovo anno...

Galleria di Base del Brennero, la fotografia esclusiva dei cantieri sul prossimo numero di Perforare

Per il prossimo numero di Perforare stiamo preparando uno speciale, redatto in esclusiva dalla nostra rivista con la collaborazione di BBT SE, la società...