mercoledì, Luglio 24, 2024

IMT Srl al Geofluid 2023 presenta “A 45”. La multipurpose creata per riconquistare il mercato italiano.

Must read

Miniescavatore dall’anima fluida. In Svezia Bobcat utilizza il nuovo E88 per la realizzazione di pozzi di ventilazione in galleria

Per una complicata missione in Svezia, che richiedeva l'utilizzo di una macchina dalle caratteristiche speciali, l'azienda Nordkust Maskin AB, in collaborazione con Bobcat Sverige...

Palingeo al lavoro per la “viabilità olimpica” di Cortina con una Casagrande B250 XP-2

Una Casagrande B250 XP-2, equipaggiata con morsa giracolonna, è all’opera nello scenario dolomitico di Cortina per un intervento di adeguamento della viabilità sulla statale...

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il "piccolo" incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una...

Epiroc lancia la quarta generazione del Titan Collision Avoidance System

Epiroc implementa il suo sistema di sicurezza per il settore minerario con il rilascio della quarta generazione del Titan Collision Avoidance System (CAS), che...

Nella scena del Geofluid 2023, conclusosi il 16 settembre a Piacenza Fiere, tra nuove tecnologie, un’enfasi crescente sulle fonti energetiche rinnovabili ed environment-friendly, ed il tema dell’acqua come risorsa fondamentale, il cui studio, sfruttamento e valorizzazione si impongono come obiettivi primari a livello internazionale, abbiamo cercato di cogliere, noi della redazione di “Perforare”, un po’ tutti i colori di una variegata e sempre più importante Fiera a respiro internazionale.

La scena delle perforazioni e delle macchine per il drilling è in costante evoluzione, e nel panorama dei grandi produttori italiani, abbiamo avuto l’opportunità di intervistare l’esperto delle vendite di IMT Srl, Gualtiero Fioravanti, Sales Manager, per approfondire alcuni aspetti cruciali delle novità del brand di Osimo, storico produttore della provincia di Ancona.

Gualtiero Fioravanti, Sales Manager IMT SPA

Negli anni ’90, IMT dovette prendere la sofferta decisione di “abbandonare” l’Italia a causa della crisi edilizia. Gli anni ’70 erano stati un periodo d’oro per le vendite di trivelle, ma il declino successivo spinse IMT a cercare opportunità all’estero, in mercati come gli Stati Uniti, Singapore e il Sud-Est asiatico. Questo spostamento strategico ha contribuito a mantenere la stabilità finanziaria dell’azienda.

Ma si sa, la madre patria non si scorda mai e l’Italia oggi sta tornando un mercato interessante per IMT, che ha ripreso ad ampliare la sua produzione e il suo portafoglio di macchine per soddisfare le crescenti richieste nazionali. In particolare, l’azienda anconese ha deciso di puntare sulla A45, la più piccola macchina perforatrice mai prodotta dal brand, per conquistare una fetta del mercato italiano ed europeo.

La A45 è una macchina multipurpose, con tutte le caratteristiche di una “grande”, ma dalle dimensioni compatte. È dotata di una struttura massiccia e di una testa di rotazione nettamente sovradimensionata rispetto ai modelli concorrenti. Questa macchina può lavorare sia in modalità standard che sotto ponti o terrazzi grazie alla sua flangia, che consente di abbassarla utilizzando un’asta più corta. Inoltre, può eseguire il CFA e soddisfa gli standard Stage V.

“Una caratteristica distintiva del mercato italiano è la richiesta di macchine più piccole e versatili – spiega Fioravanti – Mentre nei mercati principali di IMT, come gli Stati Uniti, il Medio Oriente e l’Australia, sono preferite le macchine di grandi dimensioni per le opere di fondazione infrastrutturale, in Italia la domanda si concentra su macchine di dimensioni più contenute. La A45 è stata progettata per soddisfare questa esigenza specifica”.

IMT sta pianificando un’espansione significativa. Oltre alla A45, l’azienda ha progetti per introdurre nuovi modelli nel mercato nazionale, tra cui la A90, anch’essa in mostra al Geofluid, che rappresenta un’evoluzione naturale della A70

Perforatrice A 90

IMT sta anche lavorando su una nuova linea di macchine basate su escavatori Doosan, progettate per l’installazione di pali Kelly bar, il cui prototipo dovrebbe essere pronto per la fine del 2023. Questa mossa strategica permetterà di raggiungere un pubblico più vasto, di competere in nuovi mercati e di riappropriarsi di paesi in cui storicamente il marchio IMT è sempre stato forte, ma dove le aziende produttrici cinesi hanno raggiunto l’egemonia grazie a prezzi irraggiungibili per i costruttori europei.

(a cura di Alice Magon)

More articles

Latest article

Miniescavatore dall’anima fluida. In Svezia Bobcat utilizza il nuovo E88 per la realizzazione di pozzi di ventilazione in galleria

Per una complicata missione in Svezia, che richiedeva l'utilizzo di una macchina dalle caratteristiche speciali, l'azienda Nordkust Maskin AB, in collaborazione con Bobcat Sverige...

Palingeo al lavoro per la “viabilità olimpica” di Cortina con una Casagrande B250 XP-2

Una Casagrande B250 XP-2, equipaggiata con morsa giracolonna, è all’opera nello scenario dolomitico di Cortina per un intervento di adeguamento della viabilità sulla statale...

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il "piccolo" incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una...

Epiroc lancia la quarta generazione del Titan Collision Avoidance System

Epiroc implementa il suo sistema di sicurezza per il settore minerario con il rilascio della quarta generazione del Titan Collision Avoidance System (CAS), che...

Comacchio, la perforatrice full-electric eGEO 405 supera a pieni voti la prova in cantiere

La prima macchina Comacchio “full electric”, la eGEO 405, supera il banco di prova in cantiere. Testata nel Regno Unito dal dealer JKS Boyles...