sabato, Gennaio 22, 2022

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Must read

Alexandre Marchetta a capo del CECE

Dall'inizio di questo 2022 e per tutto il biennio 2022-2023, sarà Alexandre Marchetta - presidente del gruppo Mecalac e dell'associazione nazionale francese Evolis -...

Potenza medium range in cava con i nuovi Hyundai A Series

Hyundai Construction Equipment lancia tre escavatori cingolati della Serie A conformi alle norme UE Stage V nel popolare segmento 13-15 ton. Le macchine assicurano...

Bauer, nel cuore più profondo di Vienna per la nuova metropolitana

La rete dei trasporti pubblici di Vienna comprende attualmente circa 1.150 km, cinque linee di metropolitana, 28 linee di tram e 131 linee di...

Comacchio, il talento multifunzione CXT 15 conquista l’Africa di Capital Drilling

Due nuovissime perforatrici Comacchio CXT 15 entreranno per la prima volta nella flotta di Capital Drilling, grande impresa di perforazione attiva in tutto il...

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la pala a basso profilo per miniere Sandvik LH518B. Sandvik Mining e Rock Solutions e Boliden hanno concordato un periodo di prova collaborativo di 12 mesi per i test sul nuovo caricatore elettrico a batteria da 18 tonnellate.

Considerata una delle operazioni minerarie più moderne, Garpenberg è la miniera di zinco sotterranea più produttiva del mondo e la più antica area mineraria della Svezia ancora in funzione. Essendo un caricatore puramente alimentato a batteria, il Sandvik LH518B supporterà gli sforzi di Boliden per migliorare la sostenibilità riducendo le emissioni di gas serra nel sottosuolo.

La pala Sandvik LH518B è facile da implementare nella maggior parte delle operazioni sotterranee, in quanto non richiede grandi modifiche alle infrastrutture minerarie. Le funzioni Sandvik AutoSwap e AutoConnect del caricatore facilitano l’installazione senza soluzione di continuità di una nuova batteria in meno di sei minuti, consentendogli di tornare in funzione molto prima rispetto ai BEV (Battery Electric Vehicle) utilizzati in minera a “ricarica rapida”. Il cambio batteria viene effettuato dal caricatore stesso, comandato dall’operatore in cabina, senza bisogno di carriponti o muletti.

Come BEV di terza generazione, la Sandvik LH518B è stata progettata da zero interamente attorno al suo sistema di batterie e alla trasmissione elettrica per sfruttare appieno le possibilità del sistema di alimentazione.

I test alla miniera di Garpenberg dovrebbe iniziare alla fine del 2022.

More articles

Latest article

Alexandre Marchetta a capo del CECE

Dall'inizio di questo 2022 e per tutto il biennio 2022-2023, sarà Alexandre Marchetta - presidente del gruppo Mecalac e dell'associazione nazionale francese Evolis -...

Potenza medium range in cava con i nuovi Hyundai A Series

Hyundai Construction Equipment lancia tre escavatori cingolati della Serie A conformi alle norme UE Stage V nel popolare segmento 13-15 ton. Le macchine assicurano...

Bauer, nel cuore più profondo di Vienna per la nuova metropolitana

La rete dei trasporti pubblici di Vienna comprende attualmente circa 1.150 km, cinque linee di metropolitana, 28 linee di tram e 131 linee di...

Comacchio, il talento multifunzione CXT 15 conquista l’Africa di Capital Drilling

Due nuovissime perforatrici Comacchio CXT 15 entreranno per la prima volta nella flotta di Capital Drilling, grande impresa di perforazione attiva in tutto il...

Il Covid cancella anche Agritechnica. Grandi fiere in allarme

“A causa dell’aggravarsi della situazione pandemica e delle attuali normative ufficiali, le condizioni per ospitare una fiera leader mondiale delle macchine agricole non sono...