lunedì, Aprile 15, 2024

MoHo a Geofluid 2023, il supporto techno alla geofisica

Must read

Cece, a Intermat 2024 l’evento sul CRMA

Il CECE (Committee for European Construction Equipment) ha organizzato, in occasione di Intermat 2024, un evento dal titolo "CRMA e il contributo delle attrezzature...

Nasce DrillDeep, dall’unione tra Herrenknecht AG e Arverne Group

Il player francese nel settore geotermico Arverne Group e lo specialista del tunneling Herrenknecht AG hanno sottoscritto una partnership strategica per formare una nuova...

Agli IFCEE di Dallas debutta negli States la MC 16 Comacchio

Dal 7 al 10 maggio, presso lo Hyatt Regency di Dallas, Texas, si svolgerà l'International Foundations Congress & Equipment Expo, noto con l'acronimo di...

Le idrofrese Soilmec nel cantiere North East Link di Melbourne

Ci troviamo in Australia, nella zona nord est di Melbourne, dove è attualmente in corso un cantiere di proporzioni enormi, che rappresenta l'investimento infrastrutturale...

Tra i protagonisti tecnologici del prossimo Geofluid (dal 13 al 16 settembre, negli spazi di Piacenza Expo), MoHo trova senz’altro un posto d’onore. Da oltre 20 anni, questa realtà veneziana progetta e produce strumenti per geofisica e ingegneria civile con il preciso intento di miniaturizzare l’hardware, ridurre pesi e consumi e sfruttare al massimo i benefici della digitalizzazione.

Gli strumenti MoHo si distinguono per la leggerezza, il minimo ingombro, la semplicità d’uso e la versatilità, caratteristiche che li hanno portati al successo in ambito internazionale. Parliamo di moduli come il Tronino, nato nel 2002 da un brevetto internazionale, che ha permesso la diffusione della tecnica sismica passiva a stazione singola e dell’H/V in Italia e nel resto del mondo. Negli anni, il progetto iniziale di Tronino si è evoluto per permettere l’analisi modale delle strutture, il monitoraggio di vibrazioni, la prospezione sismica attiva a onde di superficie e molto altro. Tronino può comunicare oggi con dispositivi mobili, rendendo visualizzabili in diretta acquisizioni e risultati delle analisi.


Soilspy è il secondo prodigio, nato nel 2007 nella linea dei prodotti per la geofisica. Il peso, ridotto a meno di un decimo rispetto ai sistemi tradizionali, l’assenza di batterie, l’acquisizione digitale in prossimità dei sensori hanno segnato una svolta nella acquisizione sismica multicanale, rendendola davvero portatile e abbattendo tempi e fatica nelle fasi di acquisizione e pre-processing dei dati.
Gli stessi principi di miniaturizzazione, digitalizzazione e riduzione dei consumi sono racchiusi in Electra, resistivimetro lanciato da MoHo nel 2008, grazie al quale anche la prospezione elettrica attiva e passiva ha potuto percorrere strade completamente nuove, con l’acquisizione simultanea in tutte le configurazioni tradizionali (Wenner, Schlumberger, dipolo-dipolo, polo-polo e così via), abbattendo decisamente i tempi di elaborazione.

Oltre alla prospezione geofisica, è attiva in MoHo una linea di produzione per i monitoraggi permanenti delle strutture: il suo nome è Suricat ed è stata fondata nel 2016. MoHo produce anche software per l’analisi dei dati di tutti i propri strumenti e per l’analisi delle vibrazioni e di altri problemi geofisici. MoHo inventa, progetta e realizza in modo autonomo sia l’hardware sia il software delle proprie apparecchiature. Ricerca, sviluppo e produzione vengono effettuate interamente nella sede di Venezia (Italia), dove offre da molti anni un ricco calendario annuale di corsi di formazione periodici per geologi, ingegneri, architetti ed altre professioni tecniche.

More articles

Latest article

Cece, a Intermat 2024 l’evento sul CRMA

Il CECE (Committee for European Construction Equipment) ha organizzato, in occasione di Intermat 2024, un evento dal titolo "CRMA e il contributo delle attrezzature...

Nasce DrillDeep, dall’unione tra Herrenknecht AG e Arverne Group

Il player francese nel settore geotermico Arverne Group e lo specialista del tunneling Herrenknecht AG hanno sottoscritto una partnership strategica per formare una nuova...

Agli IFCEE di Dallas debutta negli States la MC 16 Comacchio

Dal 7 al 10 maggio, presso lo Hyatt Regency di Dallas, Texas, si svolgerà l'International Foundations Congress & Equipment Expo, noto con l'acronimo di...

Le idrofrese Soilmec nel cantiere North East Link di Melbourne

Ci troviamo in Australia, nella zona nord est di Melbourne, dove è attualmente in corso un cantiere di proporzioni enormi, che rappresenta l'investimento infrastrutturale...

Inizio di quattro nuove commesse e bilancio 2023 in decisa crescita per Palingeo Spa

Palingeo, azienda leader nei settori della geotecnica e della geognostica, attiva all'interno del territorio nazionale nella realizzazione di opere edili, infrastrutturali e nel consolidamento...