mercoledì, Dicembre 1, 2021

 

VISTO AL BAUMA: BELL B60E

Must read

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Il nuovo Bell B60E presentato al Bauma unisce le qualità di un dumper rigido a quelle di un modello articolato. Caratteristica che ha attirato l’attenzione di moltissimi visitatori che hanno animato lo stand di Bell alla fiera di Monaco.

BELL_POST_BAUMA 1

Il nuovo Bell B60E sfoggia le caratteristiche peculiari della Serie E (design e tecnologia 4×4 tipiche dei dumper articolati) unite alle prestazioni, soprattutto in termini di carico, tipiche delle macchine a telaio rigido. Queste caratteristiche fanno del nuovo B60E di Bell una soluzione, a detta di Tristan du Pisanie, Marketing Manager del Costruttore, “sofisticata in grado di bypassare i tipici problemi di portata legati ai classici dumper rigidi 4×2”.

Il nuovo dumper, nello specifico, è mosso da un motore Mercedes-Benz/MTU 6 cilindri in linea in grado di erogare 430 kW che lavora in abbinamento a una trasmissione Allison a 7 velocità:un binomio in grado di garantire un ottimo comfort di guida, bassi consumi e sicurezza operativa.

BELL_POST_BAUMA 2

L’arresto della marcia del B60E è garantita sia dai freni in bagno d’olio installati su tutte le ruote che dal potente freno motore, mentre l’asse posteriore presenta un design completamente rinnovato che prevede una capacità di carico di 70 t grazie anche all’equipaggiamento con pneus gemellati 24.00 R35: in questo modo la capacità di carico si attesta sulle 55 t.

More articles

Latest article

Webuild completa 82% dello scavo del Lotto Mules 2-3 della Galleria di Base del Brennero

La fresa “Serena” ha raggiunto il Brennero , dopo aver scavato oltre 14km di galleria in 3,5 anni di attività. Si conclude così lo...

Primo test per la pala da miniera a batteria Sandvik da 18 t.

Lo stabilimento per la produzione di zinco di Garpenberg di proprietà della Boliden in Svezia diventerà la prima miniera in Europa a testare la...

Da Epiroc il nuovo sistema di perforazione ET51

Il sistema di perforazione con aste tubolari ET51 consente perforazioni più dritte e profonde, migliorando notevolmente la durata. La capacità del sistema di eseguire...

Idrogeno, energia per il futuro dell’industria italiana

Alberto Dossi, presidente dell’associazione H2IT, ci spiega l’importanza strategica di un elemento cardine della transizione ecologica nella vita di tutti i giorni e nell’industria del...

Truck of the Year 2022, il trionfo di DAF

La nuova generazione di veicoli industriali DAF per il trasporto su lungo raggio è stata insignita del titolo “International Truck of the Year 2022“. “I modelli XF,...